Home / Calcio Estero / IL BARCELLONA CALA IL TRIS, JUVENTUS IN CONFUSIONE: QUESTO DYBALA NON REGGE IL PARAGONE CON MESSI, E’ DAVVERO UN CAMPIONE?

IL BARCELLONA CALA IL TRIS, JUVENTUS IN CONFUSIONE: QUESTO DYBALA NON REGGE IL PARAGONE CON MESSI, E’ DAVVERO UN CAMPIONE?

Il 3-0 con cui la il Barcellona ha maltrattato la Juventus nell’esordio stagionale in Champions League non è l’unico risultato emerso dalla gara del Camp Nou. A fianco del tris calato dai blaugrana, c’è la doppietta siglata da Leo Messi, protagonista della sfida da numeri 10 con Paulo Dybala. Un duello cominciato a favore dell’attaccante bianconero, tra i più attivi a chiamare e gestire il pallone nel primo tempo. Tanti i palloni giocati dalla Joya, pochi, però, quelli che hanno creato pericoli per la porta di ter Stegen. E a rovinare ulteriormente la serata dell’ex Palermo ci ha pensato il compagno e capitano con la maglia dell’Argentina.

MESSI ON – Dopo avergli lasciato praticamente tutto il primo tempo, al 44esimo la Pulce si è accesa e, improvvisamente, ha acceso tutto il Barcellona: uno-due con Suarez al limite dell’area e diagonale rasoterra a scacciare la “maledizione” Buffon, a cui non aveva mai segnato. Un lampo isolato? Tutt’altro, anziIl gol segnato allo scadere del primo tempo ha rivitalizzato Messi, da quel momento padrone assoluto della scena. Nessun uomo con la maglia bianconera è più riuscito a fermarlo; ci ha provato il palo di sinistra della porta di Buffon, ma è stato uno stop momentaneo, prima del 2-0 di Rakitic – partito proprio dai suoi piedi – e del 3-0 che ha messo, caso mai ce ne fosse stato ulteriore bisogno, la parola fine alla partita.

DYBALA OFF – E Dybala, che ha fatto? Ha assistito, da molto vicino, all’assolo del connazionale. Uno con cui giocare “è difficilissimo”, per usare le sue parole, ma da cui ha ancora molto, moltissimo da imparare; soprattutto in serate come questa, quando i tre punti pesano più del normale. In partite e in palcoscenici come questi – e come Cardiff l’anno scorso – si dimostra di essere campioni, nelle difficoltà ci si rialza. Questo Dybala stasera non l’ha fatto e, insieme al suo talento migliore, si è spenta improvvisamente tutta la Juve. Come ripete spesso Allegri, l’ex Palermo e Neymar possono diventare i migliori al mondo dopo Messi e Cristiano Ronaldo, e magari lo faranno. Ma l’impressione, stasera come non mai, è che la Pulce sia ancora molto, molto lontana.

Check Also

SORPRESA IN SERIE A, SALTA UN ALTRA PANCHINA…AL SUO POSTO UNA VECCHIA CONOSCENZA: DEL NERI VERSO L’ESONERO

UDINESE, DEL NERI VERSO L’ESONERO: AL SUO POSTO UNA VECCHIA CONOSCENZA DELLA SERIE A Secondo …

One comment

  1. la partita precedente era combinata dai piani alti era la giuventus che doveva fare la finale tanto e vero che il barca non cera in campo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *